RISTORAZIONE DA ASPORTO PERMESSA DAL 04 MAGGIO 2020

coronavirusAlla luce del DPCM del 26 Aprile 2020 e ai sensi dell’ordinanza della Regione Piemonte N. 49 DEL 30.04.2020, l’attività di ristorazione da asporto sarà consentita da lunedì 4 Maggio 2020  ad eccezione di Torino Città.

Le attività di ristorazione interessate (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, gastronomie, rosticcerie, kebab) potranno attivare il servizio di asporto dandone una semplice comunicazione al Comune ( consigliamo l’invio al protocollo– mail reperibile sul sito del vostro Comune), che però potrà immediatamente sospendere l’attività in caso di inadempienza delle prescrizioni da parte dei singoli esercizi.

L’attività di ristorazione da asporto sarà possibile dalle ore 06:00 alle ore 21:00, salvo diverse indicazioni comunali.

Gli esercenti dovranno rispettare, oltre le disposizione del DOPCM del 26 Aprile ( il divieto di consumare prodotti all’interno dei locali e il divieto di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi) le seguenti ulteriori disposizioni:

  1. In attesa dell’ingresso, la distanza minima in coda dovrà essere di 2 metri
  2. Il ritiro dei prodotti, ordinati da remoto, dovrà avvenire per appuntamenti dilazionati nel tempo allo scopo di evitare assembramenti all’esterno e consentendo nel locale la presenza di un cliente alla volta, assicurando che permanga il tempo strettamente necessario alla consegna e sempre rispettando le misure di sicurezza previste nell’allegato 5 del DPCM del 26 Aprile
  3. Sarà consentito l’asporto anche in quegli esercizi di ristorazione per i quali è prevista la consegna al cliente direttamente dal veicolo
  4. Ogni cliente, così come il personale in servizio, dovrà indossare una mascherina
  5. Le persone presenti all’interno del locale dovranno sempre mantenere la distanza minima di 2 metri

 

Alleghiamo copia del DPGR di oggi

< Torna Indietro
Annunci correlati
CONVENZIONE CONFIDI COOPERATIVA C.T.S. E BANCA CASSA RISPARMIO SAVIGLIANO
Progetto Eco Terres Monviso – Incontri transfrontalieri
D.L. Festività 2021: si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale