NOVITA’ IN MATERIA DI SPESE DI RAPPRESENTANZA

1353326836L’art. 9, D.Lgs n. 147/2015 “Decreto Internazionalizzazione” prevede a decorrere dal 2016, un innalzamento del limite massimo di deducibilità delle spese di rappresentanza, stabilito in misura differenziata in base all’ammontare  dei ricavi e proventi  conseguiti.

Costituiscono spese di rappresentanza, tra le altre,  le spese per feste, ricevimenti ed altri eventi di intrattenimento, organizzati in occasione di ricorrenze aziendali, festività nazionali o religiose, le spese sostenute in occasione dell’ inaugurazione di sedi, uffici,  o le erogazioni a titolo gratuito di beni e servizi, effettuate con finalità promozionali o di pubbliche relazioni ed il cui sostenimento risponda a criteri di ragionevolezza in funzione dell’obiettivo di generare, anche potenzialmente, benefici economici per l’impresa ovvero sia coerente con pratiche commerciali di settore.

Le spese di rappresentanza sono deducibili sempre nel periodo di imposta in sui sono state sostenute, ma anche in funzione della natura e della destinazione delle stesse. I limiti sono commisurati all’ammontare dei ricavi dell’impresa, che risulteranno dalla dichiarazione dei redditi relativi al periodo di imposta in cui sono state sostenute dette spese. Le spese eccedenti i limiti previsti non saranno deducibili.

L’entrata in vigore del “Decreto Internazionalizzazione” è stato il 7 ottobre 2015, le nuove disposizioni operano, per i soggetti con esercizio coincidente con l’anno solare, dal 2016.

Vecchi limiti di deducibilità

I vecchi limiti di deducibilità delle spese di rappresentanza prevedevano che:

  • fino ad Euro 10 milioni di ricavi l’importo  massimo deducibile ammontava all’ 1,3% dei ricavi conseguit
  • oltre i 10 milioni e fino a 50 milioni di Euro  di ricavi   l’importo massimo deducibile corrispondeva allo 0,5% dei ricavi conseguiti,
  • oltre i 50 milioni di euro  l’importo massimo deducibile corrispondeva allo 0,1% dei ricavi conseguiti.

 

Nuovi limiti di deducibilità

La nuova disciplina introduce le variazione dei limiti di deducibilità delle spese di rappresentanza elevandoli come segue:

  • fino ad Euro 10 milioni di ricavi l’importo  massimo deducibile sarà pari  all’ 1,5% dei ricavi conseguiti,
  • oltre i 10 milioni e fino a 50 milioni di Euro di ricavi  l’importo massimo deducibile sarà pari  allo 0,6% dei ricavi conseguiti,
  • oltre i 50 milioni di euro  l’importo massimo deducibile corrisponde  allo 0,4% dei ricavi conseguiti.

 

< Torna Indietro
Annunci correlati
Percorsi di accompagnamento gratuito ad Ostana
COLLEGATO ALLA FINANZIARIA 2017
Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali – aggiornamento del 31 marzo 2022