CUNEO ZONA GIALLA DAL 29 APRILE, IL RESTO DEL PIEMONTE DAL 26. DECRETO RIAPERTURE e ZONA GIALLA: COSA CAMBIA PER LA RISTORAZIONE?

coronavirusCon l’entrata in vigore del DL n.52 del 22.04.2021 e con il ritorno in ZONA GIALLA (da Giovedì 29 Aprile per la provincia di CUNEO, dal 26 per il Piemonte), ecco le principali novità in vigore per i nostri settori di interesse:

DETTAGLIO

DECRETO “RIAPERTURE”

coronavirusIl consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Legge Riaperture che introduce le nuove misure per la graduale ripresa delle attività economiche e produttive.
Attendiamo la pubblicazione del testo integrale e i dettagli delle linee guida/protocolli per la riapertura delle attività economiche e produttive dalla Conferenza delle Regioni.
Venerdì 23/04 verranno inoltre ridefiniti i colori delle regioni.
Seguiranno aggiornamenti e tutte le informazioni per la riapertura dei nostri settori.
Scaricabile qui la SINTESI e il COMUNICATO stampa (fonte: governo.it)
DETTAGLIO

DA DOMANI ANCHE LA PROVINCIA DI CUNEO PASSA IN ZONA ARANCIONE COME LO E’ GIA’ IL RESTO DEL PIEMONTE.

piemonte_arancioneL’incidenza è scesa sotto la soglia di allerta, a quota 230 casi ogni 100 mila abitanti.

A partire da questo weekend tutto il Piemonte sarà in zona arancione.

L’incidenza nella provincia di Cuneo è scesa infatti sotto i 250 casi ogni 100 mila abitanti, la soglia di allerta che alla luce del nuovo decreto aveva imposto nei giorni scorsi il mantenimento per il territorio Cuneese delle misure da zona rossa.

DETTAGLIO

BANDO CCIAA 2021 – VOUCHER DIGITALE PER L’INTRODUZIONE DELLE TECNOLOGIE I4.0

50-euroÈ stato pubblicato il primo bando 2021 della Camera di Commercio di Cuneo per la corresponsione dei contributi a favore delle imprese che sostengono spese in materia di innovazione e digitalizzazione.

I voucher avranno un importo massimo di euro 5.000,00 per impresa  e non possono superare il 50% dei costi ammissibili.

DETTAGLIO

PROROGA DELLA ZONA ROSSA A CUNEO

Piemonte-ProvinceI dati epidemiologici che sono stati appena trasmessi alla Regione Piemonte, aggiornati alla data di oggi, certificano per la provincia di Cuneo una ulteriore crescita dell’incidenza a 277 casi ogni 100.000 abitanti, nettamente superiore alla soglia di allerta di 250.

In linea con il nuovo decreto, che prevede in questi casi misure più restrittive, la Regione Piemonte si trova obbligata a prorogare la permanenza della provincia di Cuneo in zona rossa fino a domenica 18 aprile.

Venerdì 16 aprile si procederà a una nuova verifica dell’evolversi della situazione, per analizzare la possibilità, in caso di miglioramento dei dati, di anticipare l’ingresso in zona arancione già dal weekend.

DETTAGLIO

CUNEO E TORINO ROSSE, IL RESTO DEL PIEMONTE TORNA ARANCIONE

coronavirusIn vigore da lunedì per Alessandria, Asti, Biella, Novara, Vercelli e Vco, mentre per Torino e Cuneo la zona arancione potrebbe scattare a metà settimana

Il ministro della Salute Speranza ha appena confermato per il Piemonte il passaggio in zona arancione a partire da lunedì, ma ha anche segnalato che in due province l’incidenza è ancora sopra la soglia di allerta. Si tratta di Torino e Cuneo per le quali, alla luce del nuovo decreto, andrebbero mantenute misure più restrittive fino all’abbassamento dell’incidenza sotto i 250 casi su 100 mila abitanti.

Domani alle ore 13 la Regione ha quindi convocato un incontro con gli epidemiologi e gli esperti dell’Unità di crisi, a cui è stata chiesta una relazione tecnica sui tempi previsti per il rientro della soglia di allerta in queste due province, dove la zona arancione potrebbe scattare qualche giorno dopo, presumibilmente a metà della prossima settimana tra mercoledì e giovedì.

Questa situazione non incide comunque sulle scuole, che torneranno regolarmente in presenza a partire da lunedì 12 aprile, al 100% fino alla terza media e al 50% per le superiori, incluso nelle province di Torino e Cuneo.

DETTAGLIO

Progetto Eco-Terres Monviso Cluster Monviso

Progetto Eco-Terres Monviso Cluster Monviso
In partenza il corso di formazione di Social Media Marketing di secondo livello
 locandina_Social_II_LIVELLO

DETTAGLIO

PROTOCOLLO COVID – AGGIORNAMENTO APRILE 2021

coronavirusÈ stato firmato in data 06 Aprile 2021 l’aggiornamento del “Protocollo Condiviso delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2 negli ambienti di lavoro” tra il governo e le parti sociali. Il suddetto protocollo aggiorna la precedente edizione dell’Aprile 2020. Sostanzialmente non cambia nulla a livello procedurale e comportamentale per i lavoratori e le aziende. Da sottolineare comunque due implementazioni importanti:

DETTAGLIO

ORDINANZA REGIONALE PASQUA 2021

regione-piemonteIl Presidente Cirio ha emanato l’ordinanza 45 del 01/04/2021 che dispone la chiusura dalle ore 13 del 4 Aprile ( Pasqua) e per tutto il 05 Aprile ( Pasquetta) delle medie e grandi strutture di vendita.

Nel dettaglio (ad eccezione di farmacie, parafarmacie, tabaccherie, edicole, presidi sanitari) sono chiusi tutti gli esercizi commerciali presenti:

DETTAGLIO

NUOVO DECRETO LEGGE: MISURE URGENTI PER IL CONTEIMENTO DELL’EPIDEMIA

coronavirusIl testo prevede la proroga fino al 30 aprile 2021 dell’applicazione delle disposizioni del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 2 marzo 2021 (salvo che le stesse contrastino con quanto disposto dal medesimo decreto-legge) e di alcune misure già previste dal decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30. In particolare, la proroga riguarda:

  • l’applicazione nelle zone gialle delle misure della zona arancione;
  • l’estensione delle misure previste per la zona rossa in caso di particolare incidenza di contagi (superiori a 250 casi ogni 100mila abitanti e nelle aree con circolazione delle varianti) sia con ordinanza del Ministro della salute che con provvedimento dei Presidenti delle Regioni;
  • la possibilità, nella zona arancione, di uno spostamento giornaliero verso una sola abitazione privata abitata in ambito comunale.

Qui il comunicato stampa della Presidenza del Consiglio – http://www.governo.it/node/16525

Pertanto  fino al perdurare della classificazione del Piemonte in zona rossa restano in vigore le disposizioni finora fornite. Ricapitolando:

DETTAGLIO
1 2 3 29